CHARDONNAY E MOSCATO ROSA

Il nome Ésor é letteralmente il contrario di rosé.

Le due varietà sono state raccolte assieme manualmente e dopo la diraspa pigiatura le bucce sono state fatte macerare nel mosto per una settimana. Il colore rosso delle bucce di moscato ha contribuito a conferire al vino la tonalità rosa-ramata che Esor presenta. Dopo la svinatura la fermentazione alcolica si e protratta lentamente per altri 10 giorni. Al termine della stessa, per due mesi, è stato effettuato manualmente il batonnage delle fecce fini. La maturazione è avvenuta per dodici mesi in cemento e per sei mesi in bottiglia.

Descrizione: il naso presenta sentori quasi balsamici e medicinali con note di corteccia, di rabarbaro di agrumi e note minerali. La bocca é intensa, di buona struttura e sostenuta da una acidità viva e presente.

Abbinamento: con l'aringa affumicata, con una tartare di tonno, o di carne, con salmone affumicato.

Suggerisco di decantare i vini 15 minuti prima di degustarli.